• English
  • Italiano

CD#2

Integratore alimentare a base di fermenti lattici

CD#2, Integratore alimentare a base di fermenti lattici

Benvenuto
Lactobacillus brevis CD2, il batterio amico

La bocca è il primo organo che si interfaccia con il cibo ed è quindi colonizzato da miliardi di batteri appartenenti a tantissime specie diverse. L'ambiente della cavità orale subisce notevoli modificazioni nell'arco della giornata. A seguito della ingestione di alimenti o alle normali procedure di igiene orale, o anche  in conseguenza di determinate cure mediche, il grado di acidità (pH) e la salivazione si modificano.
Tutto questo può comportare l'alterazione dell'equilibrio  della microflora della bocca, con un incremento di batteri potenzialmente cariogeni o patogeni. Questi ultimi possono essere causa di affezioni del cavo orale.

Il Lactobacillus brevis CD2 è ricco di arginina deiminasi. L’arginina deiminasi sottrae l'arginina disponibile a livello  del cavo orale e quindi riduce la disponibilità di ossido nitrico. L'ossido nitrico è un mediatore di infiammazione ed induttore  di altre molecole pro-infiammatorie quali le citochine.

Per saperne di più

* referenza Nutrition and cancer

News Salute

I probiotici a fianco della mucosa orale nella lotta alla ca...

Le carie hanno i giorni contati? Sembrerebbe proprio di si, almeno a quanto sembra da un lavoro presentato da G. Campus nello scorso mese di marzo all'annuale convegno dell'International Association for Dental Research a Seattle. Il trial clinico, in...

Efficacia e sicurezza del Lactobacillus brevis CD2 nella muc...

Con l'incremento delle patologie neoplastiche si è registrata una crescita di procedure terapeutiche a base di chemio- e radioterapia, che non sempre però vengono portate a termine per il verificarsi di effetti collaterali. E' il caso del carcinoma a...

Cosa sono le mucositi?

La mucosite orale è una delle complicanze più frequenti e gravi che si osservano in  corso di trattamento radioterapico o radio-chemioterapico. La presenza di ulcere, più o meno profonde, in bocca comporta forte dolore, difficoltà a ingerire cibi ed assumere bevande, che richiedono spesso terapia antalgica per via sistemica ed interventi di supporto nutrizionale per via enterale o parenterale. La complessità e la gravita del quadro clinico che si osserva nei pazienti con mucosite, determina frequentemente l’interruzione del programma terapeutico  o la riduzione dei dosaggi radiochemioterapici.

Scarica la Brochure Illustrativa