• English
  • Italiano

CD#2

Integratore alimentare a base di fermenti lattici

CD#2, Integratore alimentare a base di fermenti lattici

Efficacia e sicurezza del Lactobacillus brevis CD2 nella mucosite da chemio- e radioterapia

Con l'incremento delle patologie neoplastiche si è registrata una crescita di procedure terapeutiche a base di chemio- e radioterapia, che non sempre però vengono portate a termine per il verificarsi di effetti collaterali. E' il caso del carcinoma a cellule squamose del collo, il cui trattamento oncologico è spesso accompagnato da gravi mucositi, infezioni batteriche e/o virali, osteoradionecrosi, perdita del gusto e carie dentali. Il gruppo indiano coordinato dal Prof Sharma ha recentemente pubblicato sull'European Journal of Cancer un interessante studio randomizzato in doppio cieco versus placebo condotto su duecento pazienti affetti da questa patologia e sottoposti a chemio- e radioterapia. Per tutta la terapia oncologica i pazienti sono stati trattati con compresse a base di Lactobacillus brevis CD2, o placebo.

Il 77% dei trattati con il placebo hanno sviluppato mucosite di III e IV grado, contro il 52% dei pazienti trattati con Lactobacillus brevis CD2. Data la bassa incidenza di mucosite, quasi tutti i pazienti che hanno assunto il L. brevis CD2 (92%) hanno potuto completare senza problemi il ciclo di chemio- e radioterapia, contro il 70% dei pazienti del gruppo placebo (p=0.001). Molto significativa è invece la quota dei pazienti trattati (28%) che non hanno sviluppato alcuna forma di mucosite contro il 7% dei non trattati. Si evince che l’utilizzo delle compresse a base di Lactobacillus brevis CD2, considerata anche la buona palatabilità e il suo ottimo profilo di sicurezza,  rappresenta una strategia vincente e a costo ridotto per ridurre l’incidenza e la gravità della mucosite, che compromette seriamente la qualità di vita di questi pazienti e che spesso li porta ad interrompere la terapia oncologica.